La preghiera è una cosa seria……..

La preghiera è una cosa seria: potremmo essere presi in parola.

Quando di notte sei a letto senza riuscire a dormire, e le lunghe ore stanche si trascinano, innalza i tuoi pensieri a Dio lassù, che si piega verso di te con amore.

immagineDioamore.gif

Senti la Sua presenza accanto al tuo letto, il Suo morbido tocco sul tuo capo.

immagineGeschepoggialasuamanosulcap.jpg

Fà che il tuo ultimo pensiero sia una preghiera, mentre ti accoccoli nella Sua cura;
chiediGli di proteggere il tuo cammino.

immaginediGescheportainbracciounado.jpg


Allora – solo allora – addormentati.


immaginediorsacchiottochedorme.gif

Amico,
se io, non essendo ricercato,
mi intrometto nella tua
giornata piena di occupazioni,
dedicami un momento di preghiera
quando il pensiero ti attraversa;
stai certo che ne ho bisogno…"
(E. Middleton)

Annunci

3 thoughts on “La preghiera è una cosa seria……..

  1. …ognuno di noi abbiamo un bisogno disperato del sacro….chiudere gli occhi la sera chiedendo a Dio di benedirci è un bellissimo atto…Che Dio benedica anche te…..ed illumini sempre il tuo cammino.Buona domenica.Baci.Rosy.

  2. carissima Alba bellissimo qsto intervento,fa bene all’anima e da speranza…grazie x il dono che mi hai donato,sei stata carinissima,io ti stringo a me con affetto sincero.Buona domenicaDEBY

  3. "Io chiesi al signore di camminare con me. Ero nel deserto, solo, e la fame e la sete si facevano sentire". Chiesi a Dio di caminare con me. Caddi per l’ennesima volta e la mia richiesta si fece piu’ impellente: "Non lasciarmi solo nel deserto"! Ad un certo punto mi rialzai e ripresi il cammino. Mi accorsi che, di fianco alle orme che lasciavo sulla sabbia, se ne vormavano altre. capii allora che Dio camminava con me. Percorremmo miglia e miglia, la sua presenza mi dava forza. Mi svegliai una amttina per riprendere il cammino. Dopo diverse ore, mi acorsi che c’erano soltanto le orme dei miei piedi. Camminai da solo, mentre pensavo perche’ mai il signore mi avesse abbandonato. Giunsi a casa stremato, avevo la febbre. Mi addormentai e.sognai. Non sapevo se era sonno o morte. Sognai e nel sogno vidi una luce. Rivolgendomi ad essa dissi: "perche’ nel deserto mi hai abbandonato? Ce l’ho fatta per via dei miei sforzi, e mi sono anche ammalato. Vedevo di nuovo solo le orme di una persona, le mie, dove eri? Dimmelo!". Dalla luce gli giunse la risposta: Io sono stato sempre con te, ed è per questo che ce l’hai fatta. Solo che non ti sei accorto che quando vedevi le orme di due piedi.era perche’ io ti prendevo tra le baccia. Si, anche prima che tu me lo chiedessi io ti tenevo tra le mie braccia". Mi ssvegliai ee mi sentivo bene. perche’ avevo finalmente…capito". L’autore di questo racconto è anonimo-o almeno io non lo conosco-. Lo sentii durante una omelia dal parroco del mio paese. Il tema era..Dio non ci abbandona mai, anche quando a noi sembra cosi’. Ciao, Alba!!!!!-e ciao a tutti-.Marghian

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...